28/11/20

NikeSB Dunk High “INVERT Celtics”

 

Pare che la Dunk voglia proseguire alla grande il suo anno glorioso… in effetti unica nota positiva di queso 2020 davvero infelice.

La colorazione ed il mix di pellami differenti rende davvero succulenta la versione high che, molte volte viene meno apprezzata.

Tengo a precisare che però, recentemente, sono uscite delle varianti pazzesche sulla Dunk High: Doraemon e Concepts hanno spaccato!

Tornado a noi, soprannominata “Invert Celtics”, questa Dunk High fonde e trasforma due combinazioni di colori in una sola scarpa: lato esterno in suede bello peloso nero e rosa, mentre il lato interno di pelle liscia verde e bianco proprio come fosse parte della divisa dei Boston Celtics. Intersuola nera che spezza e suola rosa che riprende la tomaia completano la descrizione del look.

Sebbene possa sembrare uno strano mix di colori, il senso c’è e non sono piazzati li a caso: sono soprannominate “INVERT” perchè appunto, se inverti i colori sul tuo telefono o fotocamera digitale, l’aspetto sarà differente e lo schema colori apparirà opposto.

Questa Dunk fa parte di un intero “Invert Pack” Nike SB, che comprende anche delle Blazer Mid Low.

La release è prevista per il Primo di Dicembre in Europa… In Giappone dovrebbe essere già uscita ma pare non arrivi negli Stati Uniti, a causa di problemi di produzione: questa faccenda dovrebbe renderla ancora più HOT!

La raffle è aperta, in bocca al lupo!

18/11/20

Concepts Nike SB “TurDUNKen”

Concepts, negozio con sede a Boston, nasce a Cambridge nel 1996. La vera fama globale la raggiunge nel 2008 grazie alla Nike SB Dunk LOBSTER, con la quale il Team diede prova di grande estro creativo per il design della scarpa e dello special pack.
A quella famosa Red Lobster seguirono altre varie colorazioni della stessa, serie di “Maglioni Natalizi” e quant’altro…
La faccio breve, mica sono Wikipedia, arrivo al presente e per il finale di questo maledetto 2020 Concepts spara la sua ultima creazione dove sfoggia il suo grande sense of humor, afferma il Direttore Creativo Deon Point : la TurDUNKen.

Ogni scarpa di Concepts è contraddistinta da una certa verve umoristica che si rivela nei dettagli del prodotto.
Deon Point afferma di non sapere come sarebbe stata percepita la Lobster se non ci avessero messo quello sforzo in più nel creare lo special box. Nonostante gli anni di attività alle spalle ai tempi del 2008, erano ancora considerati “solo” un piccolo punto vendita nascosto all’ombra dei grandi player.

Oggi, non ci sono dubbi sulla strada che ha fatto Concepts e la TurDUNKen porta avanti la sua forte tradizione nelle collaborazione estrose.

L’idea per il design parte dal trittico di cibo, football americano ed amicizia che dovrebbe caratterizzare le festività del periodo natalizio e, prima ancora del Giorno Del Ringraziamento.

Secondo tradizione, il Giorno del Ringraziamento, celebrato negli Stati Uniti il quarto giovedì di novembre, è sinonimo proprio di football americano e tacchino ripieno.

Dice sempre Deon Point che, il senso di Family e di unione che si crea quando ci si trova tutti a tavola a mangiare questo “turduken” (una bomba di tacchino ripieno di anatra e pollo), rappresenta a pieno il senso di community che si è creata attorno agli skateshops di tutto il mondo. Poesia!

I Concepts dicono che la colorazione derivi dal “Mallard”, un’anatra selvatica americana, a me sembra proprio che abbia i colori del GERMANO REALE, tipico pennuto che vive al lago, infatti mi gasa parecchio! Swoosh belli cangianti come il collo del germano, piumaggio laterale e suola marroncina come le sue zampette. Dettaglio killer è la tab sulla linguetta: Nike DUCK Pro. Ciao!
Fodera interna della scarpa a tema germani, ripresa anche all’interno del giubbottone morbidone che va a completare il pack di abbigliamento con una tee ed un beanie.

La release è prevista per il 20 novembre, tramite raffle ovviamente. Per tutti i dettagli focalizzatevi sull’account instagram AcriminalG!

07/11/20

Nike Dunk SB Elephant

 

Non vi sarà certo sfuggito che a Nike piace il “crossover”.

Dopo la Safari (purtroppo per noi una release davvero sfortunata), in cui si mixava una colorway tipica running con la silhouette rocchenroll di dunk, siamo di nuovo in ballo con un perfect match, sempre in tema “animalesco”: sto parlando della Nike Dunk SB Elephant!

Gli amanti delle Air Max 1 ricorderanno la collaborazione Atmos “Elephant” del 2007: stampa simil pelle di elefante, uno Swoosh in vernice verde acqua che preferisco chiamare Tiffany ed una combinazione di pelle bianca e nera.

Colorazione che, tra l’altro, tornò alla ribalta per l’Air Max Day del 2017 con una reissue per il decimo anniversario della OG, ma anche proposta su altre differenti releases.

Ad ogni modo, se gasavano le AM1 con questi colori, figuriamoci che capita se Nike decide di buttare fuori una Dunk… FREGHETE! 

Non ho ben capito quale sia il motivo di questa ispirazione naturalistica, presa dall’elefante, dalla sua pellaccia croccante e dal fatto che si butti acqua  Tiffany addosso… Probabilmente dal “cement” della Jordan 3, ma sicuramente, al tempo, il direttore creativo di Atmos indovinò a pieno il look. La conferma definita arrivata nel 2016, quando venne inserita la “elephant” tra le 100 Icone Air Max.

Mentre, per chi non sapesse di che si stesse parlando, Atmos è un’importante boutique giapponese di streetwear e sneaker con sede a Tokyo, in Giappone, fondata da Hidefumi Hommyo nel 2000, partito come un minuscolo negozio nelle strette stradine secondarie di Ura-Harajuku a Tokyo. Nel corso degli anni si è affermato nella scena dello streetwear giapponese grazie ad una serie di collaborazioni cazzute. Attualmente i punti vendita sono sei negozi a Tokyo e uno a Osaka, più l’unico al di fuori del giappone: New York City.

Ovviamente la release avverrà tramite raffle, dato il periodo davvero infelice per noi negozi delle zone rosse. La modalità è ancora da stabilire ma se volete rimanere aggiornati state incollati all’account Instagram AcriminalG!

LINK ALLA RAFFLE:

https://forms.gle/TTUFLRoMEhiK7ZhdA

 

30/10/20

NIKE SB x WACKO MARIA

 

Siamo veramente lieti, anzi siamo proprio gasati nel presentarvi questa combo tra Nike SB e Wacko Maria.

Dato che sono un cultore dello streetwear giapponese e della loro scena skate vi faccio una breve presentazione del Brand, in caso vi fosse persi qualcosa.

Wacko Maria è un brand “high end streetwear” giapponese, quindi costoso, fondato nel 2005 dall’ex calciatore professionista Atsuhiko Mori, che dopo aver terminato la sua carriera ha aperto un bar, il Rocksteady, e successivamente un negozio di abbigliamento, principalmente per i suoi amici.

Lo stile è decisamente stravagante, vi basti sapere che le colonne portanti alla base di Wacko Maria sono grafiche importanti, stampe religiose o animalier, ispirazione tratta dalla musica, dalla arte, film, vita quotidiana e dalla cultura giapponese: un mix a dir poco esplosivo, che però funziona dibbrutto!

Collaborazioni di vario genere, ma quella che mi ha colpito di più sicuramente la capsule con i Rage Against The Machine… una super Band ma non posso farvi lo spiegone anche su di loro, andate fare un check su youtube QUI 😉

Come racconta in una itw, il buon vecchio Mori voleva collaborare con Nike da tempo e quindi era molto soddisfatto di essere riuscito a farlo con la linea SB. Assieme hanno creato una Blazer ed una Janoski OG che omaggiano il gran rispetto che egli ha per Nike, mantenendo l’essenza di Wacko Maria.

Quindi stampa leopardata bella “rocchenroll” per la Janoski che ritorna nella sua veste migliore, la OG per intenderci, e swoosh serpentati per la Blazer. Finta serpe, ovviamente, per cui nessun animale esotico è stato maltrattato per produrre queste scarpe!

Entrambe le scarpe hanno sul tallone degli ideogrammi (credo che lo siano e che si chiamino così) che significano “Tokyo Paradise” e “Guilty Parties” che sono un po’ dei motti o degli slogan tipici del Brand.

Che dire, a me gasano parecchio, se vi gasano altrettanto le troverete online qui ed in shop ad Arona!

01/10/20

Nike SB AIR TRAINER 1 “Clorophyll” OG

Sembra che Nike SB stia rivivendo le sue prime stagioni, puntando parecchio su collaborazioni calde e releases che sembrano tener per le mani le redini dello sneaker game!

Mentre le Dunks continuano ad esser il pezzo forte per eccellenza, Nike SB ha buttato fuori alcuni modelli davvero performanti con un focus sulla sostenibilità e su nuove solette React, alternandole a pezzi di archivio riesumati, super cool, come le Air Trainer 1.

Per i pochi che non sanno che scarpa sia, stiamo parlando della retro tennis già adottata da Polar per una collaborazione con Nike, nel 2019.

In questo specifico caso viene riportata alla luce la colorway OG “Chlorophyll”, ovviamente con un occhio di riguardo ai materiali, dato che sono ISO,  quindi IN STORE ONLY!

Il Nike Air Trainer 1 ha fatto il suo debutto nel 1987, proprio in questa colorazione. La scarpa crossover fu portata sul campo dalla leggenda del tennis John McEnroe in quell’anno: McEnroe dichiarò che quella è la scarpa migliore in cui avesse mai giocato.

Molti hanno avuto lo stesso feeling di Johnny, dato che la Air Trainer 1 è ampiamente considerata la migliore sneaker da tennis di tutti i tempi, sebbene siamo partiti dicendo che è nata come una sorta di crossover.

Già nel 2003 Nike SB ha spinto la sneaker da tennis/all-purpose trainer come scarpa da skate.

Per questo ottobre 2020 il Brand rilascerà ora l’Air Trainer 1 nella colorazione OG “Chlorophyll” che McEnroe indossava nel 1987: POESIA!

29/09/20

Vans X Shake Junt

 

Quest’autunno Vans ha collaborato con Shake Junt, una delle marche di skateboard più iconiche al mondo, per creare una collezione di scarpe e abbigliamento progettata “dagli amici, per gli amici!” Con stampa e colorazione esclusive, le Vans x Shake Junt  presentano una robusta tomaia in tela e pelle scamosciata, nastro a strato singolo, soletta migliorata per la massima ammortizzazione e protezione dagli impatti, e l’originale suola waffle Vans in gomma che garantisce tenuta e supporto. Il rinforzo in gomma DURACAP nei punti soggetti a maggiore usura assicura una durata impareggiabile, mentre la struttura Pro Vulc Lite offre il massimo in fatto di boardfeel, flessibilità e aderenza.