05/03/21

NikeSB: The VX1000 Dunks

Nel 1995, Sony rilasciò una telecamera che avrebbe dominato i video di skateboard per i successivi 15 anni, rivoluzionando la cultura street e diventando un pezzo iconico per tutti gli appassionati di skate videos.

La Sony VX1000 è stata progettata per contrastare la maggior parte delle telecamere “da giornalista” dell’epoca, la telecamera run-and-gun ( di solito si parla di stile “Run & Gun” in caso di riprese documentaristiche manuali ), alla fine ha trovato la sua strada in diverse categorie cinematografiche di nicchia in cui non solo ha reso le cose più facili a causa di dimensioni più piccole, ma ha facilitato la loro crescita in modo esponenziale.

Nel 2000 il periodo di massimo splendore del dominio VX1000.

È stato il primo camcorder consumer con la possibilità di trasferire informazioni video tramite Firewire su un normale computer Windows o Macintosh, e anche il primo a utilizzare sia il formato a nastro MiniDV che la tecnologia di elaborazione del colore a tre CCD, vantando il doppio della risoluzione orizzontale di VHS e il triplo della larghezza di banda del colore delle telecamere a CCD singolo.

Sticazzi!

La VX1000 ha rivoluzionato la produzione di video “amatoriali” alla fine degli anni ’90 grazie al suo costo relativamente basso.

Ancora oggi, anni dopo l’interruzione della sua produzione, la VX1000 gode di una devota fan-base, un giro incredibile di camere di seconda mano tra skate filmers ed appassionati, grazie anche alla sua robusta costruzione, ma soprattutto per l’accessorio per eccellenza che la lente fisheye marchiata Century.

Oggi è un vero e proprio oggetto di culto, uno dei simboli più forti della cultura dello street skateboarding, apparso in innumerevoli video, ancora oggi.

24/02/21

NIKE SB DUNK CARPET HIGH

Nike Sb collabora con i fratelli Ayman e Osama Abdeldayem di Baltimora, Maryland che sono i fondatori del brand Carpet Company.

Carpet è un brand indipendente e DIY duro e puro! Dopo un po’ di ricerche sui materiali che però non li soddisfacevano, hanno deciso di produrre tutto loro nella loro cantina, in questo modo mantengono un elevato standard!

La Dunk Hi è una bomba, l’azzurro riprende i materiali dei telai delle serigrafie, se le skatei cambiano colore e diventano gialle con il loro classico loghino.

 

Carica di dettagli, con una qualità della pelle pazzesca e mille paia di lacci!

 

21/02/21

Nike Sb Dunk Low “Pink Pig”

Super pellame per questa dunk in versione Atomic Pink:  tomaia in tinta unita di morbido suede rosa maiale, cuciture rosse sgargianti e suola bianca/nera.

Ogni Dunk Sb prende spunto da qualche cosa, di questa alcuni hanno fatto riferimento alla divisa del Palermo Calcio, nel first look ho parlato di Edwige Fenech, ma nella realtà in questo caso si fa riferimento alla  Porsche 917/20 “Pink Pig”, che ha debuttato alla gara di Le Mans del 1971.

01/02/21

Nike SB Dunk “STREET HAWKERS”

Da molti definita “la nuova What the Dunk”, sicuramente una scarpa chiacchierata, stiamo parlando della “Street Hawkers”, la Dunk che ci fa entrare a c***o duro nel nuovo anno!

Avrei voluto fare il classico articolo AcriminalG ma la scarpa in questione è davvero ricca di richiami e dettagli che meritano di esser citati:

farò dunque affidamento alla Casa Madre per non sparare troppi strafalcioni… quelli me li tengo per le live su YouTube eheh

Studiata, progettata dall’artista di Guangzhou Jason Deng, questa scarpa vuole essere una sorta di tributo al grande legame che c’è tra il cibo e la cultura cinese. Un dipinto ad acquerello di Deng mostra l’ispirazione del design: sei piatti regionali provenienti da sei città cinesi, combinati con una sfilza di altri cenni sottilmente incorporati nella cucina cinese.

Ecco 22 cose che dovresti sapere sulla Street Hawker Dunk, che mi sono state fornite dalla Azienda e tradotte in italiano.

Scarpa sinistra

1. La scarpa sinistra utilizza un beige più chiaro per tre piatti a base di farina.

2. La toebox in suede imita il colore e la consistenza della zuppa di fagioli verdi (Douzhi) di Pechino.

3. Motivi di ciambella (Jiaoquan) sull’ avampiede con la zuppa di fagioli verdi.

4. Camoscio goffrato sul lato laterale mostra pezzi di pane pita triturati per un piatto tradizionale Xi’an: pane pita imbevuto di zuppa di montone.

5. Quella zuppa di montone è rappresentata in motivi di colore acqua sul lato laterale.

6. Lo Swoosh è raffigurato in una trama di grana di legno per rappresentare le bacchette.

7. Sul tallone, l’artwork acquerello rappresenta noodles semplici di Shanghai, chiamati anche noodles Yangchun.

8. Una moneta di rame ricamata da 10 centesimi appare sul tallone laterale, alludendo ai noodles Yangchun.

9. La soletta sinistra assomiglia a un cielo blu, ispirato allo slang tradizionale cinese che simboleggia come le persone trattino il cibo come il loro paradiso.

10. L’ intersuola sinistra imita il blu e il bianco delle ciotole di porcellana fine.

Scarpa destra

11. La scarpa destra presenta colori più caldi per rappresentare diverse cotture, dal piccante al dolce.

12. Il colore metallico sulla punta destra viene estratto dalle hotpot di Chengdu in cui vengono cucinati i piatti.

13. Chili-olio che ribollono sulla toebox.

14. La pelle di struzzo sul lato laterale si ispira alla croccante pelle d’oca arrosto famosa a Guangzhou.

15. Lo Swoosh d’argento assomiglia al gancio metallico usato per appendere l’ oca arrosto.

16. La fiamma e il legno di litchi usati per arrostire l’oca appaiono in un motivo ad acquerello intorno ai passalacci.

17. Ghiaccio rasato e palline di taro – un dessert comune di Taipei – si trovano sul contrafforte del tallone.

18. La soletta dipinge un terrazzamento, un metodo paesaggistico utilizzato per coltivare risaie.

19. Il rivestimento del colletto riflette il colore dei piatti di carne.

20. La suola gialla rappresenta gli oli da cucina.

Entrambe le scarpe

21. Le linguette del tallone presentano calligrafia cinese per “cibo” in filo bianco e nero.

22. Quattro colori di lacci sono ispirati a quattro condimenti essenziali nella cucina cinese: verde (slitte), giallo (zenzero), bianco (aglio) e nero (pepe nero).

Per i commenti “strampalati” fate riferimento al canale youtube AcriminalG, statemi bene!

22/01/21

NIKE SB DUNK LOW COURT PURPLE

 

Questo 2021 parte a stecca per Nike che continua a buttar fuori una serie Dunk SB con colorazioni davvero potenti, specialmente quando si tratta, di nuovo, del J-Pack, ormai una certezza!

Il Brand di Beaverton, se pensavo si fosse superato con la Chicago, che è la scarpa che sto usando con più frequenza, decide che è il momento di ispirarsi alla Jordan 1 “Black Toe” riprendendo il semplice schema a due colori.

La colorazione “Court Purple” non ha bisogno di tante descrizioni, non stiamo tanto a menarcela, se avete per le mani la Chicago sapete bene che il pellame è quello giusto per una scarpa che puoi mettere e mettere costantemente, senza paura di “sgualcirla” e senza paura di dar due spinte sulla tavola.

Nel dubbio vi ricordo che nel corso della storia di Nike, diverse silhouette si sono “fatte strada” muovendosi dal campo da basket ai piedi degli skateboarder. Pellami potenti ed ammortizzazione assicurata per entrambe “le situazioni” …per non parlare di stile, sebbene le scarpe moderne da basket non mi piacciano per niente eheh.

Tomaia in pelle con dettagli a color blocks: Swoosh ed heel tab sono neri, mentre le sovrapposizioni sulla tomaia e la suola sono “Court Purple” ovvero un viola che spacca i culi! Toebox nera, ovviamente.

Faccio un recap delle varie colorazioni del J-Pack:

– Nike SB Dunk J Pack “Royal”

– Nike SB Dunk J Pack “Bred”

– Nike SB Dunk J Pack “Pine Green”

– Nike SB Dunk J Pack “Shadow”

– Nike SB Dunk J Pack “Chicago”

– Nike Sb Dunk J Pack “Court Purple”

 

 

Eh niente, nel dubbio vi metto il link alla review della Chicago, mica che non l’abbiate vista 😉

28/12/20

NIKE SB BLAZER x MEDICOM

 

Dal 2004 ad oggi, Medicom vanta una serie di collaborazioni con Nike SB davvero ragguardevole. Da allora, fino ad arrivare ai giorni nostri, le scarpe mancate agli orsetti hanno visto diverse tomaie: dal 3M al denim, diversi tipi di pelo compreso il cavallino.

Stesso vello utilizzato con la prima Medicom di questo 2020 (la Dunk nera uscita in estate), novità per quel che riguarda la silhouette della Blazer, mai usata precedentemente.

Loghi BE@BRICK su linguetta e sul tallone sono un classico, così come la soletta interna che sancisce questa partnership di lunga data tra Medicom Toy e SB.

La Blazer deve il suo nome alla squadra di basket di Portland (Trail Blazers, per intenderci), nata per il parquet proprio come la Dunk, ha fatto irruzione nel mondo dello skateboarding lasciando un segno indelebile in questa cultura.

Allo stesso modo, MEDICOM TOY ha acquisito un’influenza globale estendendosi ben oltre i confini della sua sede giapponese per lasciare un’impronta indelebile che unisce arte, musica, sneakers e toy design.

Come credo di aver già accennato in occasione della Dunk in pelo nero uscita qualche mese in anticipo, questo pack Nike SB / MEDICOM che si completa il 26 Dicembre 2020 si ispira ad un pack di Air Force 1 datato 2010.

L’ anno si chiude decisamente in bellezza, forse uno dei pack più belli di questo 2020… andate a vedere la review di questa estate se l’ avete persa 😉