11/09/21

NikeSB Dunk Parra

L’artista olandese Piet Parra, noto per i suoi motivi grafici colorati e stravaganti, fa già parte della storia di Nike, grazie alla sua Air Max 1 uscita nel 2018.

Con l’obiettivo di ricreare la magia della sua collaborazione running, mette la sua impronta sulla sua prima uscita legata ad SB, customizzando due silhouette low: una Dunk OG ed una Blazer.

Una base di pellami lisci bianchi crea una tela perfetta su cui spiccano gli swoosh multicolore, ricamati quasi come fossero 3D, che richiamano il motivo geometrico della fodera interna, tipicamente Parra. Piccolo swoosh sul puntale che rimane cazzuto ma lascia un aspetto super “clean”, proprio come voleva proporre l’Artista, ricordando le sue scarpe skate preferite: quelle “easy”. La release era del 26 luglio 2019, comprendeva una capsule di abbigliamento che completava un total look davvero cool!

La seconda uscita di questa ormai consolidata relazione tra Piet e Nike verte sempre su una dunk low, con un cambiamento sui materiali della tomaia: la tomaia è su base in nabuk bianco sporco, impreziosita da un tipico motivo astratto che utilizza i toni distintivi di Parra. Se non ve ne foste accorti, la fodera multicolor si può strappare skateando o, banalmente, ritagliandola, per svelare un pellame in tinta unita.

Anche questa volta lo swoosh non è il classico ma una versione “compatta”, cioè che non fa il giro dietro al tallone, in pelle nera. Il mini swoosh ricamato sul puntale rimane una costante, classico logo SB sulle linguette e logo sul tallone Parra/Nike. Intersuoa bianca e suola color gum, che non si sbaglia mai e si accontenta tutti.

NB: L’idea originale di Parra era di avere una Nike SB Dunk Low Pro da coordinare con i Federation Kits che stava sviluppando. Lo slittamento delle Olimpiadi ed i problemi relativi al Covid non hanno permesso una release coordinata. Ad ogni modo, lo skateboarding non ha ovviamente uniformi o uno stile unico che lo rappresenti, infatti per questo motivo, per la realizzazione delle divise delle federazioni Nike SB, l’artista e skater Piet Parra si è impegnato nel creare un “filo conduttore” che riportasse l’individualità degli skaters mixata alle culture tipiche di ogni Paese. Il risultato è stato ottimo e le Olimpiadi hanno segnato un punto di svolta nella storia dello skateboarding.